• home
  • chi siamo
  • paesindanza
  • protagonisti
  • eventi
  • Danze Popolari
  • Viaggi
  • Scuole
  • musica e parole
  • Video
  • contatti

AL VIA IL FESTIVAL INTERNAZIONALE DELLA DANZA DI ROMA 2019

 

Dal 7 gennaio al via la nona edizione del Festival Internazionale della Danza di Roma della Filarmonica Romana e Teatro Olimpico con tante sorprese e novità. L'inaugurazione  è affidata a Lo Schiaccianoci nella storica coreografia di Petipa con   l’eccellenza del Moscow Classical Russian Ballet.  E poi il debutto di “You & Me” nuovo lavoro dei leggendari Mummenschanz, maestri del teatro visivo, e la nuova creazione dei MOMIX che hanno scelto il teatro capitolino per presentare in prima mondiale “Alice” l’ultimo lavoro nato dalla fantasia di Moses Pendleton, ispirato alla celebre favola di Lewis Carroll

 

Si apre con il nuovo anno la IX edizione del Festival Internazionale della Danza di Roma della Filarmonica Romana e Teatro Olimpico firmato dai rispettivi direttori artistici Andrea Lucchesini e Lucia Bocca Montefoschi. Anche per questa nuova edizione non mancheranno novità e sorprese, affiancati dai grandi classici. Inaugurazione lunedì 7 gennaio (repliche l’8 e il 9, ore 21) con un classico del balletto qual è Lo schiaccianoci, nella storica coreografia di Petipa e la musica di Čajkovskij affidati all’eccellenza del Moscow Classical Russian Ballet di Hassan Usmanov, direttore artistico e principale ballerino della Compagnia che l’ha fondata a Mosca nel 2004, formata da danzatori provenienti dalle maggiori compagnie e accademie di danza russe (fra cui quella del Bolshoi e di Vaganova) e riconosciuta in tutto il mondo come una delle compagnie di balletto russo di maggior prestigio, interprete di riferimento per molti capolavori classici della storia del balletto. Fra i protagonisti Nadezhda Illarianova (Clara),Aleksanoli Betrimovich (Principe Lo schiaccianoci),   Alexey Krul (Il mago Drosselmayer), Evgeniy Smirnov (Il re dei topi), Anastasiya Raykova (Franz).

 

Il balletto ci porta alla sera della vigilia di Natale; fra i regali che la bambina Clara trova sotto l`albero c’è uno schiaccianoci a forma di soldatino, che animandosi nei suo sogni danzerà con lei, sconfiggendo l`esercito dei topi e guidandola nel castello dei dolci. Tra i momenti più celebri del balletto che andò in scena per la prima volta nel dicembre del 1982 al Teatro Marijinskij di San Pietroburgo, la scena dei fiocchi di neve e le danze di divertissement, ispirate alle danze tradizionali di diversi paesi, con la musica di Čajkovskij che si caratterizza per la ricca partitura che fa uso di strumenti-giocattolo, “tamburi-conigli”, tam tam, nacchere, richiami per gli uccelli e, per la prima volta in orchestra, la celesta. Le riprese, le riedizioni, le nuove versioni di questo balletto susseguitesi per tutto il Novecento fino ai giorni nostri sono state tantissime. Valgono da sole le parole del grande coreografo George Balanchine che lo considerò come “uno dei più bei doni della danza, non soltanto per i bambini, ma per chiunque ami l’elemento magico del teatro”, un incanto perenne dalle atmosfere oniriche tipiche della favola, che non dura soltanto i giorni di Natale, ma per tutto l’anno…

 

La prima novità del Festival arriverà il 15 gennaio (in scena fino al 20), con You&Me l’ultimo spettacolo dei leggendari Mummenschanz. Artisti che hanno saputo rivoluzionare il teatro visuale, da oltre quarant’anni sui principali palcoscenici di tutto il mondo, diretti dalla sua fondatrice Floriana Frassetto, i Mummenschanz hanno scelto la Filarmonica per presentare per la prima volta in Italia il loro nuovo spettacolo, formato in gran parte da nuovi sketch accanto ai  numeri più celebrati della compagnia: si racconta una storia seguendo il filo sottile delle immagini, attraverso la potenza creativa del linguaggio non verbale di corpi e forme, con l’utilizzo di materiali poveri e e di scarto che mossi e modellati con la loro straordinaria maestria si trasformano in una fantasmagoria proteiforme centrata sull’umano, la quale ci trascina in un insolito girotondo gioioso, divertendoci e meravigliandoci.

 

E non mancherà di stupire anche l’atteso debutto mondiale il 20 febbraio del nuovo spettacolo Alice dei Momix. In scena fino al 3 marzo Alice nasce dalla fantasia di Moses Pendleton, creatore e direttore artistico della compagnia di acrobati-ballerini fra le più celebri al mondo, da oltre trent’anni legati all’Accademia Filarmonica Romana di cui Pendleton è anche Accademico (unico coreografo ad esserlo). Lo spettacolo si ispira alle celebre fiaba di Lewis Carroll Alice nel Paese delle Meraviglie, nella quale il coreografo più immaginativo del mondo della danza ha scelto di infilarsi, un mondo magico dove il corpo umano si trasforma e niente è ciò che appare, come solo i Momix sanno fare. E anticipa: “L’universo è immenso, e Alice è la sfida Momix di mettere in scena questo concetto. Non diventa solamente grande o  piccola ma si moltiplica e si restringe nei differenti quadri. Non creiamo solamente movimenti danzati ma facciamo danzare i personaggi. Potrebbero essere un tricheco, una medusa o qualsiasi altra cosa…”, è la magia dei Momix che continua a sorprendere e a entusiasmare da quasi quarant’anni il pubblico di tutto il mondo.

 

La stagione dell’Accademia Filarmonica Romana è realizzata con il contributo del Ministero dei Beni e le Attività Culturali.Main Sponsor del Teatro Olimpico è UBI Banca, da sempre attenta al patrimonio artistico e alla cultura nelle realtà italiane in cui opera.

 

Biglietti: da 20 a 40 euro (più diritto di prevendita). I biglietti variano a seconda dello spettacolo. Ragazzi dai 4 ai 14 anni: 14 e 18 euro.

 

info  Teatro Olimpico, tel. 06 32659927, email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. / Filarmonica Romana, tel. 06 3201752, email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

www.teatroolimpico.it - www.filarmonicaromana.org

 

IL PROGRAMMA

INAUGURAZIONE

TEATRO OLIMPICO, da lunedì 7 a mercoledì 9 gennaio ore 21

 

LO SCHIACCIANOCI

balletto in due atti e tre scene

basato sulla fiaba di E.T.A. Hoffmann

musica di Pëtr Il’ič Čajkovskij

coreografia di Marius Petipa - Lev Ivanov

scene Khasan Usmanov

costumi Anastasiya Raykova

Personaggi e interpreti

Clara                                 Nadezhda Illarianova

Principe Lo schiaccianoci      Aleksanoli Betrimovich

Il mago Drosselmayer           Alexey Krul

Il re dei topi                       Evgeniy Smirnov

Franz, fratello di Clara         Anastasiya Raykova

Arlecchino                          Ibraev Ildar

Colombina                         Ekaterina Gefel

Arabo                                Paria Pavlova

Spagnola                            Anna Svirina, Ivan Novozhilov

Asiatico                             Anastasiya Chubykina

Cinese                               Ekaterina Gefel

Russo                                Elena Maloiroslavtseva, Khasan Usmanov

Francese                            Anastasiya Raykova, Daria Pavlova, Denis Sibagatullin

 

Moscow | Classical Russian Ballet

Hassan Usmanov direttore artistico

 

Moscow | Classical Russian Ballet È stata fondata a Mosca nel 2004 da Hassan Usmanov, direttore artistico e principale ballerino della Compagnia. Riconosciuta in tutto il mondo come una delle compagnie di balletto russo di maggior prestigio, è composta da ballerini diplomati all’Accademia di danza del Bolshoi, all’Accademia di Vaganova e in altre rinomate scuole di danza della Russia, provenienti dalle maggiori compagnie russe. Si è esibita con successo nel proprio paese e all’estero, accolta con grande entusiasmo in Austria, Germania, Grecia, Finlandia, Israele, Spagna, Ucraina, Giappone, Cina, Messico e tanti altri paesi. Il suo repertorio comprende capolavori classici come Il lago dei cigni, La bella addormentata, Lo schiaccianoci, Giselle, Cenerentola, Don Chisciotte.

 

Hassan Usmanov Invitato a studiare con Aleksandr Bondarenko presso l’Accademia coreografica di Mosca, si è laureato nel 1991 e ha successivamente continuato la sua formazione all’Istituto coreografico della stessa città, diplomandosi nel 1995 come solista e pedagogo. È stato premiato nei concorsi di balletto internazionale di Mosca, Parigi, Lussemburgo, San Pietroburgo, Varna e Budapest. Di tecnica brillante e di grande espressività, Usmanov ha iniziato la sua carriera di ballerino al Moscow Classical Ballet sotto la direzione di Natalia Kasatkina e Vladimir Vasiliev e attualmente si esibisce spesso come solista ospite nell’Imperial Ballet, nel Russian National Ballet Theatre e in diverse compagnie di danza negli Stati Uniti, in Giappone e in Europa. Ha danzato in Don Chisciotte, Carmen Suite, Il lago dei cigni, La bella addormentata, Giselle, La Sylphide, Romeo e Giulietta, Čajkovskij Pas de deux, ecc. Nel 2004 ha fondato a Mosca il Classical Russian Ballet, compagnia composta da ballerini provenienti dalle principali scuole di danza della Russia e dall’estero, e ne è al momento ballerino principale e direttore artistico. Con la Compagnia è costantemente in tournée in Russia e all’estero.

 

:::::::::::::::::::::

TEATRO OLIMPICO, da martedì 15 a domenica 20 gennaio

tutti i giorni ore 21, la domenica ore 18

 

You & Me

MUMMENSCHANZ

direttore artistico Floriana Frassetto

con Sara Hermann, Oliver Pfulg, Christa Barret, Floriana Frassetto, Kevin Blaser

Eric Sauge direttore tecnico

:::::::::::::::::::::

 

TEATRO OLIMPICO,da mercoledì 20 febbraio a domenica 3 marzo

tutti i giorni ore 21, la domenica anche alle ore 17, sabato 2 marzo ore 17 e 21; lunedì riposo

prima rappresentazione mondiale

ALICE

creato e diretto da Moses Pendleton

MOMIX

Moses Pendleton direttore artistico

Cynthia Quinn co-direttore artistico

artisti

Seah Hagan, Heather Conn, Hannah Klinkman, Jade Primicias, Greg De Armond, Sean Langford, Colton Wall

 

Woodrow Dick direttore di produzione

Giovanni Melis direttore tecnico

Fabrizio Pezzotti direttore di scena

 

 

 

 
notte taranta  lucia.png
facebook youtube twitter
  • login
Iscriviti alla Newsletter di Ballareviaggiando
Privacy e Termini di Utilizzo
Cliccando sul pulsante "Iscriviti" l'utente dà il consenso esplicito a ricevere la newsletter di Ballare Viaggiando

CON ROBINTUR LA LINEA "VIAGGI UNICI"...I FESTIVAL DELL'UMANITA'
Immagine

La Festa dei Colori in India, l’Inti Raymi degli Inca in Perù, la celebrazione buddista dell’Esala Perahera in Sri Lanka, la Festa delle Luci in Thailandia. Sono i grandi festival...
TURISMOPIU'-TURISMO MUSICALE, ITALIA IN POLE POSITION. UN'ANALISI STRATEGICA
Immagine

  Giovane, colto, europeo e, spesso, donna. E’ questo il profilo del turista   musicale, colui che che viaggia all’inseguimento di concerti, opere liriche e manifestazioni musicali nel senso...