• home
  • chi siamo
  • paesindanza
  • protagonisti
  • eventi
  • Danze Popolari
  • Viaggi
  • Scuole
  • musica e parole
  • Video
  • contatti

America Latina,Oriente, Irlanda...il viaggio infinito

Con il Festival dell'Oriente, dell'America Latina e Irlandese (nuova Fiera di Roma), l'incontro con il mondo tra ritmi, colori e sapori. Emozioni e spettacoli, concerti, iniziative culturali, danze, gastronomia , mostre  stand commerciali, arte, conferenze e workshop, un momento prezioso per chi vuole scoprire e conoscere terre lontane  e per chi ama farsi travolgere e coinvolgere in prima persona

 

 

 

Viaggiare tra Oriente e  America Latina, facendo  nel frattempo un un salto in Irlanda. Danzare e conoscere  una pluralità di ritmi, assistere  a spettacoli  unici che riportano in vita tradizioni e culture,   immergersi tra colori, profumi e sapori del mondo: un tour infinito  quello proposto quest’anno, alla Nuova Fiera di Roma   in più date   (dal 22 al 25 aprile, dal 29 aprile al 1 maggio ed ancora dal 6 all’8 maggio) dal  Festival dell’America Latina, new entry 2016, dal  consolidato Festival dell’Oriente, dal  Festival irlandese  più Arti Marziali e Benessere.  In un unico contenitore  una buona parte di mondo a portata di mano con  un ricco programma tra  folklore, spettacoli, concerti, iniziative culturali, danze, gastronomia, mostre,   stand commerciali, arte, conferenze e workshop: un momento prezioso per chi vuole scoprire e conoscere terre lontane  e per chi ama farsi travolgere e coinvolgere in prima persona.

Il  fuoco della Tierra Latina

Colore e ritmo è ciò che caratterizza la Tierra Latina con le sue millenarie tradizioni,  passione ed energia. Ed ecco in una grande vetrina Brasile, Argentina, Cuba, Perù, Messico, Colombia, Venezuela, Costa Rica, Guatemala, Bolivia, Cile, Repubblica Dominicana, Paraguay, Uruguay e tanti altri splendidi paesi, tutti   pronti a regalare un ‘appassionante esperienza e sabor latino.  Qui musica  e   danza la fanno da padrone, dai ritmi più antichi a quelli che ancora sono parte viva di queste culture e si manifestano in spettacoli di valore  che attirano i visitatori  a ritmo continuo: dalla salsa e ritmi cubani al  merengue di Santo Domingo,   dai ritmi  andini (gruppo“Awank’ay”) all’energia messicana  che si esprime nel canto e nella musica dei mariachi (gruppo Mariachi Romatitlán ) accompagnati dalle danze popolari in un volteggiare di gonne supercolorate. O  Samba e capoeira che introducono il grande Brasile. La musica dell’America Latina è il prodotto della fusione di differenti tradizioni musicali: il substrato indigeno pre-esistente (gruppi Inca, Maya ed Aztechi), le tradizioni dei colonizzatori (principalmente Spagna e Portogallo), e la tradizione musicale africana (frutto del traffico di schiavi provenienti da questo continente).

Dalla salsa al mambo, dal cha cha alla bachata,  fino al tango...gli orizzonti sono davvero  vasti....E  dopo aver  goduto dei variopinti  spettacoli, al Padiglione 10 è il momento di farsi travolgere  nelle piste da ballo- salsa, bachata, tango in atmosfera milonguera -  e, perchè no, approfittare di alcune lezioni di danza tenute da professionisti. Da non perdere l’area esterna allestita per ballare immaginando di trovarsi ai Caraibi. Inoltre, dal momento che  per  l’America Latina la musica è così importante,   una  piccola mostra  realizzata in collaborazione con  www.ilmuseoche suona.com di Roland Ricaurte, una collezione di 200  strumenti che rappresentano le Americhe  "dall'origine del suono ai ai ritmi contemporanei".

L’Oriente magico

La magia e malia dell’Oriente si confermano ancora una volta irresistibili: sete, gioielli, profumi inebrianti, veli, armonie e  percussioni accolgono i visitatori in  ambienti  sempre più ricchi  e  pieni di luci  in uno spettacolo continuo di performance in rappresentanza di mille paesi, dall’India alla Cina, dall’Indocina al Giappone, dal'Egitto alla Thailandia, mille sfumature, mille culture  e tradizioni, oltre a mostre di abiti, ricostruzioni di ambienti.

 

 

Di grande attrazione, accanto allo shopping irresistibile e alle degustazioni di cibi esotici, come sempre gli spettacoli, dalla danza orientale del gruppo di Elisa Scapeccia (Hafla Dancers) alla allegra  Banghra Dance che coinvolge tutti gli  spettatori, alle espressioni della danza cinese, thailandese, i mitici tamburi giapponesi..... ... All’esterno in particolari giorni e orari è stata ricostruita  l’atmosfera  della festa più colorata dell’India, la Holi Festival, al ritmo della danza Bollywood. Interessante inoltre l’area dedicata al Benessere, allo Yoga,  altro capitolo importante della cultura orientale.

La verde Irlanda

Da non perdere  il Festival Irlandese, il paese smeraldo che   accoglie i suoi ospiti   con una  serie infinita di attività, dai racconti dei Bardi all’allegria delle danze irlandesi e celtiche, dalla bellezza delle mostre fotografiche a quelle degli antichi strumenti a corde e a fiato, dalle rievocazioni storiche ai divertentissimi giochi tipici come il tiro alla fune o la gara della yarda di birra, dalla scuola d’armi al villaggio Celtico. Nutrita la parte musicale  con i concerti  di alcuni tra i più rappresentativi gruppi musicali internazionali provenienti direttamente dall’Irlanda e dal variegato mondo celtico per ballare in allegria. La fortuna ci ha fatto incontrare  la Sean Gallagher Band, uno dei più apprezzati gruppi musicali nel contesto dei Festival tradizionali di Folk Irlandese che,  con i suoi ritmi coinvolgenti ed il suo genuino sound Irish, al ritmo dei pezzi della tradizione irlandese come “Whiskey in the Jar”, “Dirty Old Town” o “The Wild Rover”  trasporta nella tipica atmosfera dei pub irlandesi.  Anche in Irlanda  la danza è protagonista  con performance di ballerini ed ensembles di danze tradizionali irlandesi e celtiche:  dalle Gaeliche set o ceili dances, le danze di gruppo eseguite da ballerini in coppia, alla step dance, la spettacolare danza solista, sino alla riverdance, la danza celtica divenuta famosa negli ultimi anni grazie all’ampia diffusione nei principali teatri mondiali. Presente la scuola di danza  Gens d'Ys , con sedi in tutta Italia.  Capitolo interessante la cucina: manzo e stinco alla birra scura, le grigliate tipiche irlandesi, le zuppe tradizionali, il salmone affumicato, i formaggi tipici alle erbe, i dolci alle mele ed altre delizie annaffiate dalla famosa birra scura e i distillati irlandesi.

Ada Braccioli

http://www.festivaldelloriente.it/

festivaldellamericalatina.it/

http://festivalirlandese.com/

FOTO BALLAREVIAGGIANDO.IT - ELIO  IPPOLITO  E ROBERTO PERILLI

 

 
notte taranta cannito .png
facebook youtube twitter
  • login
Iscriviti alla Newsletter di Ballareviaggiando
Privacy e Termini di Utilizzo
Cliccando sul pulsante "Iscriviti" l'utente dà il consenso esplicito a ricevere la newsletter di Ballare Viaggiando

TURISMOPIU'- A PALAZZO BLU DI PISA I SURREALISTI IN MOSTRA
Immagine

    E’ iniziata l’11 ottobre scorso a Palazzo Blu a Pisa, la grande mostra dedicata ai surrealisti, “Da Magritte a Duchamp. 1929: il Grande Surrealismo dal Centre Pompidou”. La grande...
TURISMOPIU'- TOSCANA, LA STAGIONE TURISTICA HA IL SEGNO PIU'
Immagine

La Toscana del turismo cresce e guarda al futuro. I dati relativi all'estate appena conclusa parlano, infatti, di un aumento delle presenze del +2.2% e di fatturati stabili, con il 52.5% degli...