• home
  • chi siamo
  • paesindanza
  • protagonisti
  • eventi
  • Danze Popolari
  • Viaggi
  • Scuole
  • musica e parole
  • Video
  • contatti

NOVILUNIO DI MAZZOTTA E HASA IN TOUR : RADICI E CREATIVITA'

“NOVILUNIO” è il titolo del secondo album del violoncellista albanese REDI HASA e della cantante salentina MARIA MAZZOTTA, uscito  il 13 ottobre  per Ponderosa Music Records, e portato in tour in Italia e in Europa  da novembre scorso.

I due artisti, che dal 2010 reinventano le tradizioni musicali delle loro terre d’origine, l’Albania di Redi Hasa e il Salento di Maria Mazzotta, traggono ispirazione l’uno dall’altra nella perfetta fusione tra il suono sontuoso, lirico e introspettivo del violoncellista che Ludovico Einaudi vuole sempre con sé e che Robert Plant ha chiamato a suonare nel suo ultimo disco, e l’interpretazione luminosa e taumaturgica di una delle cantanti protagoniste del Rinascimento salentino, ex-voce del Canzoniere Grecanico Salentino.
«Novilunio è l'inizio di un nuovo capitolo – raccontano gli artisti – il tentativo di cimentarci nella scrittura e creazione di un nostro linguaggio musicale. Per la realizzazione di questo progetto abbiamo collaborato con grandi musicisti che ci hanno permesso di aprire lo sguardo verso nuove culture e sonoritá, come Bijan Chemirani (bendir, daf, zarb, cymbals) dall'Iran e Mehdi Nassouli (guembri, karkabs, bendir, tarr, voce) dal Marocco. Questo disco è il risultato del nostro sodalizio, nel rispetto delle radici e allo stesso tempo creativo e sperimentale, un’unione simbolica tra l’archetipo della notte e quello della luce».“NOVILUNIO”, prodotto da Alberto Fabris e registrato dal genio fonico di Tim Oliver negli studi della Real World di Londra, presenta otto canzoni inedite, un brano della tradizione albanese e uno di quella italiana.
Dalla collaborazione tra il violoncellista albanese REDI HASA e la cantante salentina MARIA MAZZOTTA nasce nel 2010 il duo “HASA-MAZZOTTA”, progetto di ricerca che lega le potenti note del violoncello di Redi alla leggerezza della voce di Maria, permettendo a entrambi gli artisti di esprimersi totalmente, come musicisti, compositori e arrangiatori. Nel 2014 i due pubblicano “Ura”, disco d’esordio che porta alla luce i legami possibili tra i repertori che navigano attraverso l’Adriatico unendo i Balcani e i Carpazi con le regioni del Sud dell’Italia. Fondamenta del repertorio del progetto sono le storie delle rispettive terre d’origine, delle genti della Vecchia Europa e dei migranti di ogni tempo e luogo, che Maria e Redi interpretano e ripropongono secondo il proprio sentire. Sapori, profumi, luci e ombre dell’esistenza umana vengono trasformati in suono che coinvolge e in storia che ammalia, o più semplicemente in emozione.
Dopo le tappe del tour dedicato a Novilunio  a   MESTRE (Venezia), a MILANO,  a PARIGI , BRUXELLES (BE), a  TORINO, i due artisti  saranno a Roma il  18 GENNAIO alla Sala Studio  dell’Auditorium Parco della Musica di ROMA, e il l 19 APRILE al Teatro dei Rinnovati di SIENA.
Foto Marina Antonioli
 
notte taranta cannito .png
facebook youtube twitter
  • login
Iscriviti alla Newsletter di Ballareviaggiando
Privacy e Termini di Utilizzo
Cliccando sul pulsante "Iscriviti" l'utente dà il consenso esplicito a ricevere la newsletter di Ballare Viaggiando

CARAIBI A RITMO DI MUSICA: AD ARUBA DANDE E NON SOLO
Immagine

In  un viaggio ai Caraibi,   la musica è un elemento costante e ricorrente, che accompagna il trascorrere delle giornate e rallegra la gente del posto e i visitatori. Merengue, salsa, bachata,...
IALS ETNICA, TARANTELLA, RITMI DELLA GRECIA E TRADIZIONE DEL SUD ITALIA
Immagine

  Con la giornata di sabato 26 maggio (dalle 14,00) si concludono   gli incontri di IALS ETNICA per la  stagione 2017-2018, un progetto culturale a cura di Francesca Trenta , danzatrice,...